E ADESSO… TUTTI A DIETA!

tutti-a-dieta

Parola d’ordine: disintossicazione!
Dopo le festività tutti a dieta!

Generalmente dopo le festività Natalizie si tende ad aumentare di 3-4 chili, ma anche nel migliore dei casi, dove non si verifica l’eccesso ponderale, comunque ci si appesantisce, non ci si sente in forma.

Purtroppo il protrarsi di pranzi e cene, l’abbondanza di dolci e alcolici e la maggior sedentarietà determinano l’accumularsi nel nostro organismo di scorie e tossine che se non vengono eliminate causano astenia, cattiva circolazione, ritenzione idrica, pelle spenta, disturbi gastrointestinali e cattivo umore.

Cosa fare quindi?

Prima cosa bere moltissima acqua, almeno 2-3 litri al giorno, aiutandosi anche con tisane depurative e drenanti. Poi fare sport, anche una camminata a passo veloce per 30-40 minuti tutti i giorni è sufficiente. L’attività fisica è fondamentale come mangiare bene.

Infine una dieta sana, ma senza tagli drastici che servirebbero solo a fare diminuire la massa magra, senza perdere il grasso in eccesso.

Innanzi tutto eliminare tutti gli alcolici, le bevande gassate e zuccherate, tutti i dolci e le farine raffinate; aumentare invece il consumo di verdure (ricordando che le patate e i piselli non sono verdure!!), cercare di mangiarne almeno 400-500 grammi al giorno, di stagione, meglio se biologiche e a km zero.

Consumare solo cereali integrali e legumi (ma non troppi) e come fonti di proteine animali preferire quelle più magre come carni bianche e pesce ricco in omega 3 (acidi grassi polinsaturi con proprietà antiinfiammatorie).

Non dimentichiamo infine la frutta, che deve essere presente ogni giorno, almeno 300 grammi al giorno, fresca e sempre di stagione. Come condimenti utilizzare le spezie (in abbondanza se gradite), pochissimo sale (meglio se integrale), succo di limone (meglio evitare l’aceto per qualche giorno) ed olio extra vergine d’oliva.

 

Esempio di dieta disintossicante

Colazione

  • Frutta fresca di stagione con yogurt greco magro 170 grammi
  • Spuntino mattutino
  • Frutta fresca di stagione

Pranzo

  • Zuppa di cereali integrali e legumi (un piatto) con verdure di stagione
  • Merenda pomeridiana
  • Frutta secca oleosa (noci, mandorle, nocciole, ecc…)

Cena

  • Carne bianca o pesce magro con verdure di stagione

 

Dott.ssa Edy Virgili

Print Friendly, PDF & Email

Articoli Correlati

microbiota-intestinale

IL MICROBIOTA INTESTINALE INFLUENZA I LIVELLI DI ESTROGENI

Una recente review (M. Kwa et al.,J Natl Cancer Inst 2016) spiega come il microbioma intestinale svolga un ruolo centrale nella regolazione dei livelli di estrogeni circolanti nell’organismo e quindi influenzi il rischio di sviluppare malattie correlate agli estrogeni come l’endometriosi, la sindrome dell’ovaio policistico, il cancro al seno e […]

Print Friendly, PDF & Email
Leggi tutto
nutrizione-durante-la-malattia-oncologica

LA NUTRIZIONE DURANTE LA MALATTIA ONCOLOGICA

La nutrizione è parte integrante delle terapie oncologiche ed è fondamentale saper scegliere i nutrienti utili al paziente e gestirne correttamente l’introito Possiamo parlare di nutrizione alla diagnosi, prima degli interventi chirurgici e dei trattamenti antiblastici, durante i trattamenti antiblastici (radio e chemioterapia, immunoterapia), durante e dopo gli interventi chirurgici […]

Print Friendly, PDF & Email
Leggi tutto
lipidomica-e-nutrilipidomica-dottoressa-edy-virgili-dottor-michele-spina

LIPIDOMICA E NUTRILIPIDOMICA

Lipidomica e nutrilipidomica: strumenti di Laboratorio indispensabili per una corretta alimentazione Lipidomica di membrana eritrocitaria Come le altre “(-)omiche” (es. genomica, proteomica) che si occupano in modo dinamico di molecole che esistono negli organismi viventi, la lipidomica permette di valutare, su diverse matrici biologiche, le unità fondamentali delle classi di […]

Print Friendly, PDF & Email
Leggi tutto

ASSOCIATA

ARTOISSNVFI.MAR.ABNISINSEB
error: Il contenuto è protetto.