Generico

cereali-in-chicco-dott-ssa-edy-virgili

CEREALI IN CHICCO: QUALI ACQUISTARE?

Molto spesso vengono consigliati i cereali in chicco e andandoli ad acquistare ci troviamo difronte varie tipologie.
Cerchiamo quindi di capire le differenze tra i vari tipi di chicchi e cosa è meglio comperare.

Prima però vediamo com’è fatto un chicco.

I chicchi dei cereali sono formati da diversi strati, di cui il più esterno è la crusca, una protezione verso agenti atmosferici e meccanici provenienti dall’ambiente circostante.
La crusca, oltre a contenere moltissime fibre, è un’ottima fonte di vitamine, sali minerali e antiossidanti, micronutrienti essenziali per il nostro benessere.
Dopo la crusca troviamo il germe, contenente macro e micro nutrienti, in particolare la vitamina E, e poi l’endosperma, dove sono contenuti principalmente gli zuccheri sotto forma di amidi.

Una volta compresa la composizione di un chicco vediamo la differenza tra le varie tipologie.

Per chicco “integrale” si intende quello in cui è mantenuta la crusca, il germe e l’endosperma, quindi vengono mantenute tutte le proprietà nutrizionali della varie componenti. Sono i chicchi migliori perché forniscono energia e micronutrienti, senza creare picchi glicemici associati ad aumento di peso corporeo e patologie metaboliche.

Per “decorticato” si intende un chicco senza crusca, in cui troviamo germe ed endosperma, quindi con ottime proprietà nutrizionali, ma bisogna fare più attenzione alle quantità e agli abbinamenti con i quali si propone.

Ci sono infine i cereali perlati, ovvero quelli raffinati, in cui non sono presenti crusca e germe di grano, per cui forniscono solo amidi ed è necessario farvi attenzione e non abusarne perché potrebbero creare un aumento della glicemia, aumento ponderale e malattie associate.

Quando vi consigliano i cereali in chicco cercate di capire quali utilizzare, altrimenti non avrete alcun beneficio dalla dieta che state seguendo o dai consigli alimentari dati. Spessissimo si demonizza la pasta e si elogiano i chicchi, cosa che potrebbe essere corretta qualora i chicchi siano integrali, al contrario non ci sono grandi differenze, anzi, se la pasta è di buona qualità (di semola di grano duro, essiccata a freddo, ecc…) vince la sfida!

error: Content is protected !!