CHE PESCI PRENDERE?

che-pesci-prendere-edy-virgili

Per stare in salute ed avere una buona forma fisica si consiglia di mangiare pesce almeno 2-3 volte a settimana, preferendo pesce di pescato locale, di stagione e di piccola taglia.

La porzione di pesce in un pasto dovrebbe essere di circa 150-200 grammi e il pesce dovrebbe essere cucinato per poco tempo e a bassa temperatura affinché le proprietà nutrizionali non vengano perse.

Purtroppo oggi la metà dei prodotti ittici consumati nel mondo proviene da allevamenti:
il pesce pescato è sempre più scarso e poco accessibile per il prezzo elevato.
L’acquacoltura al contrario permette di tenere i prezzi bassi, permette una maggiore sostenibilità ambientale e inoltre procura molti posti di lavoro.

Generalmente si preferisce scegliere il pesce pescato, sicuramente migliore da un punto di vista organolettico e qualitativo, più buono, meno grasso e con una composizione in grassi migliore (maggior quantitativo di omega-3).

Il pesce allevato però non è tutto uguale e possiamo distinguerne diverse tipologie per qualità, gusto e composizione nutrizionale in base al tipo di allevamento (in mare aperto o in vasche) e al tipo di mangime fornito.
Se un allevamento è in mare aperto il pesce vivrà a temperature più fredde e potrà nuotare di più e in spazi più grandi, di conseguenza avrà carni più magre e più ricche in omega-3.
I grassi omega-3, particolarmente utili per la loro azione antiinfiammatoria e protettiva nei confronti delle problematiche cardiovascolari, sul profilo lipidico, sul sistema nervoso e sul sistema immunitario, non variano solo in base alla temperatura a cui il pesce viene allevato, ma soprattutto rispetto al tipo di dieta fornita al pesce.
Al contrario se il pesce viene allevato in vasche, a temperature più elevate e con mangimi di bassa qualità il pesce sarà composto da acidi grassi polinsaturi ma del tipo omega-6, con un impatto completamente diverso sulla salute, seppur non del tutto negativo.

È buona norma preferire i pesci allevati nell’Unione europea perché maggiormente controllati e leggere l’etichetta del pesce, dove viene indicata la tracciabilità.

 

Dott.ssa Edy Virgili

Articoli Correlati

endometriosi-edy-virgili

ENDOMETRIOSI, QUADRO CLINICO, MICROBIOTA INTESTINALE E ALIMENTAZIONE

L’endometriosi è una patologia infiammatoria che colpisce secondo una stima dell’OMS circa 150 milioni di donne nel mondo ed è caratterizzata dalla presenza di tessuto endometriale (ghiandole e stroma) in sede ectopica e cioè al di fuori dalla cavità uterina. I focolai di endometriosi sono costituiti da tubuli ghiandolari, circondati […]

Leggi tutto
alimentazione-oncologica-durante-le-festività

L’ALIMENTAZIONE IN ONCOLOGIA DURANTE LE FESTIVITÀ NATALIZIE

Arrivano le feste di Natale e con loro almeno 5 o 6 giorni di ricorrenza in cui è d’obbligo sedersi a tavola con amici e parenti. Ovviamente non è possibile non festeggiare, ma non si può neanche mangiare in modo inconsapevole soprattutto se è presente una malattia oncologica Purtroppo nei […]

Leggi tutto
nutrizione-del-bambino-dottoressa-edy-virgili

LA NUTRIZIONE DEL BAMBINO IN ETÀ SCOLARE

La nutrizione del bambino deve soddisfare tre esigenze principali: l’accrescimento somatico secondo programma genetico lo sviluppo neuropsicologico ottimale il mantenimento dello stato di salute a breve, medio e lungo termine. Tali obiettivi possono essere conseguiti solo se la nutrizione del bambino è corretta sin dalla sua permanenza nell’utero materno; molte […]

Leggi tutto

ASSOCIATA

AIMESSSNVARTIBBFNSIO

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file chiamati (cookie) sul tuo dispositivo.
I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione.
Abilitando i cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy.