Generico

cibi-fermentati-dott-ssa-edy-virgili

Cibi fermentati e salute

Sicuramente una delle fonti migliori di probiotici sono i cibi fermentati, dai quali derivano microorganismi (soprattutto Lattobacilli) sicuri e in grado di impattare positivamente sulla salute intestinale.
I probiotici alimentari sono utili al nostro organismo in quanto molto simili a quelli endogeni umani e in grado di colonizzare l’intestino.

Le tipologie di microorganismi introdotti con la dieta cambiano a seconda dell’età, del sesso, dell’etnia, della religione e della posizione geografica, in corrispondenza ai diversi consumi alimentari per fascia di età, sesso e tipo di popolazione.

 

Per cibo fermentato si intende un alimento ricco di microorganismi

Alcuni esempi sono:
• lo yogurt, il kefir ed il formaggio derivanti dalla fermentazione del latte
• il pane e la birra derivanti dalla fermentazione dei cereali
• il vino e l’aceto derivanti dalla fermentazione dell’uva
• il miso, il natto, il tamari e il tempeh derivanti dalla fermentazione della soia
• crauti e kimchi derivanti dalla fermentazione delle verdure
• la kombucha derivante dalla fermentazione del tè
Con la fermentazione, questi cibi vengono trasformati dai microorganismi in molecole bioattive per la nostra salute (ad es. acidi grassi a catena corta, antiossidanti, metaboliti del triptofano, acidi grassi insaturi, ecc…); non solo, i microorganismi sono anche in grado di produrre vitamine (in particolare vitamina K e vitamine del gruppo B).

 

Fonti Bibliografiche:
“Health benefits of fermented foods: microbiota and beyond”; Marco ML et al.; Curr Opin Biotechnol 2017.
“Large-scale genome-wide analysis links lactic acid bacteria from food with the gut microbiome”; Pasolli E et al.;  Nat Commun. 2020.
www.gutmicrobiotaforhealth.com
“Beneficial effects on host energy metabolism of short‑chain fatty acids and vitamins produced by commensal and probiotic bacteria“; Jean Guy LeBlanc et al.; Microb Cell Fact 2017.
“Dietary phytochemicals in breast cancer research: anticancer effects and potential utility for effective chemoprevention”; A. Kapinova et al.;
Environmental Health and Preventive Medicine 2018.
“Interplay between food and gut microbiota in health and disease”; Niels Banhos et al.; Food Research International, 2019.

error: Content is protected !!