CONSUMO DI CIBI INDUSTRIALI ULTRA TRASFORMATI E RISCHIO DI CANCRO

cibi-industriali-e-cancro-dott-ssa-edy-virgili

L’assunzione di cibo ultra trasformato è stata associata ad un incremento del 10% sul rischio complessivo del cancro al seno e di tutti i tipi di cancro.
Questo è quanto si evince da uno studio condotto dal 2009 al 2017 su 104.980 partecipanti di entrambi i sessi a partire dai 18 anni (età media 42.8 anni).
Lo studio è stato pubblicato lo scorso anno su BMJ.

Ulteriori studi sono necessari per comprendere meglio l’effetto dei vari processi di lavorazione industriale, della composizione nutrizionale del prodotto ultratrasformato, degli additivi alimentari utilizzati, del contatto con materiali delle confezioni e delle molecole che si formano dopo il confezionamento;
inoltre bisogna capire come i vari elementi in analisi interagiscano tra di loro e se c’è un effetto sommatorio delle varie sostanze tossiche.

Il consiglio è quello di scegliere cibi semplici, il meno possibile trasformati e il più possibile vicini a quello che la natura ha creato.

Inoltre consiglio cibi biologici perché alle sostanze tossiche che si creano durante la trasformazione industriale, a quelle contenute negli involucri e a quelle che si potrebbero formare dopo il confezionamento si vanno a sommare i residui dei fitofarmaci utilizzati in agricoltura.

Le possibili interazioni tra le varie sostanze chimiche (più o meno tossiche) non sono mai state studiate:
si tratta di un cocktail di cui non sappiamo nulla!

 

Fonte bibliografica:
“Consumption of ultra-processed foods and cancer risk: results from NutriNet-Santé prospective cohort”
Thibault Fiolet et al.; BMJ 2018.

Articoli Correlati

coronavirus-e-stress-domande-e-risposte-dott-ssa-edy-virgili

CORONAVIRUS E STRESS: DOMANDE E RISPOSTE

1a Domanda –  Dottoressa, perché sembro incinta di 6 mesi anche se mangio poco? 1a Risposta – Sei stressata! In condizioni di stress purtroppo i nostri sistemi, ormonale, nervoso ed immunitario, vanno in tilt! Mangiamo male, i livelli di zucchero nel sangue sono eccessivi, non dormiamo correttamente e spesso anche […]

Leggi tutto
bia-dottoressa-edy-virgili-biologa-nutrizionista-nelle-marche

L’IMPORTANZA DELLA BIOIMPEDENZIOMETRIA IN ONCOLOGIA

In oncologia è di fondamentale importanza poter controllare l’evoluzione della malattia, dall’insorgenza alle fasi terminali. Una delle principali problematiche del malato oncologico è il dimagrimento, dovuto però alla perdita di massa muscolare, ovvero la cachessia. Lo stato nutrizionale è infatti uno dei macro-indicatori nella prognosi del paziente e il deperimento […]

Leggi tutto
alimentazione-vegetariana-dottoressa-edy-virgili

ALIMENTAZIONE VEGETARIANA

Sempre più persone in Italia seguono una dieta di tipo vegetariano; secondo gli ultimi dati i vegetariani costituiscono il 6% della popolazione con una tendenza in costante aumento. La dieta vegetariana massimizza l’assunzione di alimenti di origine vegetale e minimizza l’assunzione di cibi raffinati e di origine animale (in alcuni […]

Leggi tutto

ASSOCIATA

AIMESSSNVARTIBBFNSIO
error: Il contenuto è protetto.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file chiamati (cookie) sul tuo dispositivo.
I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione.
Abilitando i cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy.