LA VERITÀ SUI CARBOIDRATI

la-verità-sui-carboidrati-dott-ssa-edy-virgili

Siamo nell’epoca anti carboidrati in cui le dieta chetogene, paleolitiche ed iperproteiche primeggiano.

Ma davvero i carboidrati fanno così tanto male?
In quale libro o review è scritto?

E, seppure qualcuno lo avesse scritto, è mai stato confermato?

Nonostante la mia età, ormai lontana dalla laurea, non ho mai smesso di studiare e ad oggi la comunità scientifica mondiale dichiara la Dieta Mediterranea come miglior dieta per la salute e la prevenzione, una dieta basata principalmente sui carboidrati… qualcosa non torna…

Scienza a parte, propongo un semplice ragionamento: cosa mangiavano i nostri nonni, bisnonni ed altri antenati?

Principalmente carboidrati!

Eppure non avevano grossi problemi di peso, tantomeno elevata incidenza di patologie metaboliche, cardiovascolari, neurodegenerative, ecc…
Se approfondissimo l’argomento, gli uomini consumano carboidrati da più di 10.000 anni, ciò nonostante nella Preistoria non sussisteva il problema dell’eccesso di grasso e così via fino alla seconda metà del 1900, che corrisponde alla rivoluzione industriale in agricoltura e zootecnia, all’inizio dell’era del cibo spazzatura, all’inizio dell’epoca della sedentarietà.

 

Quindi vi sembra corretto come primo step in una dieta escludere i carboidrati??

Siamo sicuri che escludendo pane, pizza e pasta si risolva il problema?
E poi… tutta la vita vivremmo senza carboidrati?
Quasi impossibile!
E quando, dopo 2 mesi di esclusione di carboidrati, mangeremo una pizza o un piatto di pasta cosa succederà?

Purtroppo riprenderemo peso, quel peso perso con tanto sacrificio, escludendo i carboidrati e costringendo il nostro organismo ad un regime dietetico inappropriato e probabilmente dannoso.
Il gruppo di alimenti considerati carboidrati sono indispensabili per mantenere un buono stato di salute e forma fisica e se consumati nelle giuste quantità non portano aumento di peso e problemi di salute (escludendo situazioni patologiche tali per cui si rendano necessarie diete particolari).
Sono i macronutrienti d’elezione per produrre energia, senza la quale i nostri organi ed apparati non potrebbero svolgere alcuna funzione.

Una dieta sana ed equilibrata dovrebbe prevedere circa un 50 % delle calorie giornaliere provenienti dai carboidrati, che dovrebbero essere presenti, anche con piccole porzioni, in ogni pasto.

Ma quando parliamo di carboidrati dobbiamo porre grande attenzione sul tipo.

Vanno scelti nella versione a minor indice glicemico, quindi integrali, e il meno possibile sottoposti a processi industriali.
Ricordiamo anche gli enormi benefici che le fibre contenute nei cereali integrali apportano all’intestino, aiutandolo nella sua regolarità e nel mantenimento di un microbiota sano.

Promossi quindi i cereali integrali in chicco, le farine macinate a pietra e i loro derivati artigianali (pane e pasta), la frutta, alcuni tuberi (es. topinambur e batata rossa americana) ed i legumi, bocciati invece i cereali raffinati, le farine raffinate e i loro derivati industriali (pane bianco, biscotti, dolci, pizze, ecc…).
Gli zuccheri semplici vanno eliminati o drasticamente limitati in quanto non necessari, rappresentano per lo più un vizio difficile da togliere.
Attenzione poi alle processazioni industriali, dove ai carboidrati vengono aggiunti grassi saturi ed esaltatori di sipidità, che utilizzano cotture ad elevata temperatura durante le quali si sviluppano molte tossine, tutti elementi molto dannosi per l’organismo.

Leggere le etichette di ogni prodotto che si acquista potrebbe essere una strategia intelligente per scegliere cibi più salubri, meglio ancora se a partire dalle farine o dai chicchi integrali preparassimo gli alimenti in casa.
Penso che le mode alimentari non siano utili, ma sicuramente portano molti guadagni a chi le propone!

Le formule della biochimica, alla base della Scienza dell’Alimentazione, ancora non sono state riscritte, quindi da millenni funzioniamo sempre allo stesso modo, solo che è cambiato il tipo di cibo che mangiamo e il tipo di esercizio fisico che svolgiamo quotidianamente.

Articoli Correlati

cereali-in-chicco-dott-ssa-edy-virgili

CEREALI IN CHICCO: QUALI ACQUISTARE?

Molto spesso vengono consigliati i cereali in chicco e andandoli ad acquistare ci troviamo difronte varie tipologie. Cerchiamo quindi di capire le differenze tra i vari tipi di chicchi e cosa è meglio comperare. Prima però vediamo com’è fatto un chicco. I chicchi dei cereali sono formati da diversi strati, […]

Leggi tutto
celiachia-e-reazioni-avverse-al-grano-dottoressa-edy-virgili-marche

CELIACHIA E REAZIONI AVVERSE AL GRANO

La celiachia è una malattia cronica sistemica immuno‐mediata, dovuta alle prolammine, ovvero le proteine presenti in frumento, orzo, segale, avena, farro, khorosan, spelta e triticale. Esiste una predisposizione genetica legata agli aplotipi HLA DQ2/DQ8, in assenza dei quali la diagnosi è virtualmente esclusa. Interessa la zona duodeno-digiunale dove si attiva […]

Leggi tutto
alimentazione-e-insorgenza-delle-malattie-dottoressa-edy-virgili

ALIMENTAZIONE E INSORGENZA DELLE MALATTIE

Uno stile di vita sano e una dieta varia, che apporta all’organismo tutte i nutrienti attivi, fa sì che il nostro ambiente interno abbia le caratteristiche necessarie per bloccare lo sviluppo della malattia fin dalle fasi precoci. Le buone regole a tavola permettono di agire preventivamente su più fronti e […]

Leggi tutto

ASSOCIATA

AIMESSSNVARTIBBFNSIO
error: Il contenuto è protetto.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file chiamati (cookie) sul tuo dispositivo.
I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione.
Abilitando i cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy.