L’IMPORTANZA DELL’ACQUA NELL’ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI

importanza-dell-acqua-alimentazione-bambino

Il costituente fondamentale del corpo umano è l’acqua, senza la quale non ci sarebbe la vita.
L’ acqua costituisce quasi l’80% del peso corporeo di un neonato e il 60% di un adulto
Tutte le reazioni metaboliche che permettono la nostra sopravvivenza avvengono grazie ai minerali disciolti nell’acqua e non è banale notare che in un anziano in cui c’è una minor presenza di acqua il corpo proceda più lentamente rispetto al bambino.

Però anche se il bambino ha una maggiore quantità di acqua corporea non significa che ha meno bisogno di acqua, anzi al contrario deve bere più di un adulto. Le riserve di acqua del bambino sono più scarse e il ricambio di acqua più veloce. Un bambino di pochi mesi con un peso corporeo di 6-8 kg richiede circa un litro di acqua al giorno, mentre un adulto di peso medio (circa 70 kg) necessita di circa 2 litri di acqua.

Il bambino quindi deve rifornirsi di acqua in modo continuo e abbondante, soprattutto nei primi annidi vita

Quando un bambino piccolo ha una malattia che comporta perdite di liquidi, quali vomito o diarrea, deve essere subito reidratato altrimenti corre pericolo di vita. Un bambino deve bere regolarmente e ogni volta che ha sete. Bisogna fare attenzione soprattutto nei periodi caldi (estate) ma anche quando si sta in ambienti riscaldati (scuole e palestre).

Quando il bambino chiede di bere dobbiamo proporre solo acqua e non latte, succhi di frutti, bevande gassate e zuccherate!

La sete si soddisfa solo con l’acqua, tutto il resto serve ad altro.
Il latte è un alimento ricco e quasi completo, serve per mangiare, non per togliere la sete.
Le bevande gassate e zuccherate sono una fonte di zuccheri e calorie per cui fanno inutilmente ingrassare il bambino, con tutte le conseguenze ormai note.

Per quanto riguarda i succhi di frutta, hanno gli stessi svantaggi delle bevande gassare e zuccherate, in più ci sono studi che dimostrano che si disimpara il bambino a mangiare la frutta, che invece ha ben altre caratteristiche rispetto ai succhi (fibre, vitamine, antiossidanti,minerali, etc.).

L’acqua non fa ingrassare e se ne può bere a volontà e senza rischi: l’acqua eventualmente bevuta in eccesso viene eliminata rapidamente con le urine. Inoltre l’acqua essendo insapore e senza colore non viene bevuta per golosità (come invece succede per le bevande dolci) e non altera il sapore degli alimenti, quindi rimane la bevanda ideale anche per i pasti.

Non tutte le acque sono uguali!

A seconda della sorgente di provenienza l’acqua ha caratteristiche diverse date dai minerali in essa disciolta. Possiamo distinguere acque oligominerali (contengono meno di 500 mg di sali minerali per litro), acque medio-minerali (contengono tra 500 e 1500 mg di sali minerali per litro) e acque minerali (contengono più di 1500 mg di sali minerali per litro).

A seconda dello stato di salute di una persona saranno indicate alcune tipologie di acqua piuttosto che altre.
Vale la pena sottolineare che l’acqua è un’ottima fonte di calcio, particolarmente necessario fino all’adolescenza dove il fabbisogno medio di calcio è di 1200-1500 mg al giorno (nella fase di massima crescita lo scheletro deve accumulare ogni giorno fino a 300 mg di calcio, compensando anche le normali fuoriuscite quotidiane del minerale).

Bere acque minerali può essere per un bambino un modo di integrare minerali senza introdurre altre sostanze che lo facciano ingrassare e che siano superflue rispetto al suo fabbisogno.

Dott.ssa Edy Virgili

Print Friendly, PDF & Email

Articoli Correlati

ipertensione-arteriosa-e-alimentazione-dott-ssa-edy-virgili

IPERTENSIONE ARTERIOSA E ALIMENTAZIONE

Generalmente l’ipertensione arteriosa è una patologia multifattoriale e viene definita “primaria” quando non è possibile individuare una causa ben precisa. Solo una piccola percentuale (circa il 5 %), che viene definita “secondaria”, invece dipende da malattie ereditarie e non, che possono interessare il cuore, i vasi, i reni, i surreni, […]

Print Friendly, PDF & Email
Leggi tutto
malva

MALVA

La malva ha proprietà emollienti, come indicato dal suo nome, che deriva dal verbo latino mollire. Molte sono le proprietà di questa pianta, che si può utilizzare sia per via alimentare che per uso esterno sotto forma di impacchi Le sue caratteristiche lenitive ed antiinfiammatorie la vedono protagonista nel trattamento […]

Print Friendly, PDF & Email
Leggi tutto
verdure-fresche-o-congelate

VERDURE FRESCHE O CONGELATE

Cosa preferire? Verdure fresche o congelate? I nuovi stili di vita non sempre permettono il consumo di verdure fresche, soprattutto per motivi di tempo per cui i surgelati sono sicuramente un’ottima alternativa. Inoltre non tutti le verdure sono sempre disponibili durante l’anno. Ovviamente il valore nutrizionale ed i benefici tra […]

Print Friendly, PDF & Email
Leggi tutto

ASSOCIATA

ARTOISSNVFI.MAR.ABNISINSEB
error: Il contenuto è protetto.