QUANTE VOLTE TI PESI DURANTE IL GIORNO? IL “RITO” DELLA BILANCIA

il-rito-della-bilancia-dott-ssa-edy-virgili

Spesso, quando si segue una dieta oppure quando si vuole mantenere un certo peso, salire sulla bilancia diventa una sorta di “rito” e questo può portare ad un rapporto sbagliato con questo strumento.

Ognuno ha il suo modo di svolgere questo “rito”…

Alcuni si pesano tutte le mattine a digiuno, possibilmente dopo aver vuotato vescica e ampolla rettale (per capirci dopo aver fatto la pipì e la cacca), altri devono essere rigorosamente nudi oltre che a digiuno (si fa anche la tara degli abiti a volte!!), altri devono anche trovare la giusta posizione per la bilancia (come sapete alcune bilance, soprattutto quelle elettroniche, possono modificare il peso in base alla mattonella dove sono posizionate).

Fin qui tutto normale o quasi.

Poi ci sono gli estremi:

chi non si pesa mai per paura di vedere il numero sul display altri che invece si pesano più volte al giorno in modo ossessivo, a digiuno, dopo colazione, dopo aver fatto la cacca, prima di pranzo, dopo pranzo, a merenda, prima di cena e dopo cena…
e… in base al peso cambia l’umore!

La bilancia è quasi una strega malefica in grado di tirare le fila del burattino impazzito per il peso fluttuante

Purtroppo il peso cambia da un momento all’altro, in base a quello che si mangia o beve o in base a quanto si suda, da un giorno all’altro, in base ai cicli ormonali (ad es. prima del ciclo mestruale generalmente aumenta la ritenzione idrica) oppure in base al tipo di alvo (se si è stitici e si accumulano la feci per giorni si potrebbe avere un aumento di peso).

Quindi non bisogna pesarsi ogni ora e neanche ogni giorno, altrimenti si rischia di avere l’esaurimento (e di farlo venire al nutrizionista o dietologo che segue il soggetto a dieta!), ma sarebbe consigliabile e sufficiente una volta a settimana, possibilmente nello stesso giorno, nella stessa ora e nelle stesse condizioni fisiologiche (evitare di pesarsi nei periodi pre ciclo mestruale e in caso di stipsi).

Bisogna anche evitare di pesarsi il lunedì, in quanto nel week end si tende a sgarrare e a consumare cibi come la pizza e a bere alcolici che determinano un aumento della ritenzione idrica e quindi si pesa di più!

Inoltre se si fa sport durante una dieta è probabile che nonostante diminuisca la massa grassa, aumenti la massa muscolare e quindi… il peso non scende!

In questo caso sarebbe bene farsi seguire da un professionista competente per fare la valutazione delle masse corporee attraverso la bioimpedenziometria, che stima la percentuale di massa grassa e magra, oltre a dare la quantità dei liquidi corporei.

Infine si ci pesa sempre e il peso non scende (anche perché difficilmente il peso scende da un’ora all’altra) ci si stressa!

E sappiamo quanto lo stress faccia ingrassare…
come dice il mio caro collega Giovanni Occhionero

“Chi ti stressa ti ingrassa”

 

e se chi ti stressa è la bilancia… abbiamo capito il concetto!

Articoli Correlati

cosa-c-e-di-nuovo-in-gastroenterologia

COSA C’È DI NUOVO IN GASTROENTEROLOGIA?

I disordini funzionali gastrointestinali (DFGI) sono stati in precedenza definiti come una combinazione variabile di quadri clinici caratterizzati da sintomi gastrointestinali, cronici o ricorrenti, non correlati a patologia organica, biochimica o strutturale. Con l’evolversi della ricerca scientifica, oggi DFGI non sono più considerati in modo semplicistico come disturbi della motilità, […]

Leggi tutto
idrocolonterapia-dottssa-edy-virgili-porto-sant-elpidio

IDROCOLONTERAPIA

L’idrocolonterapia è un vero e proprio lavaggio dell’intestino, assolutamente indolore, in grado di eliminare le tossine e le scorie che si depositano tra le anse e le pareti intestinali. Già 4000 anni fa questa tecnica veniva applicata dai Cinesi, dagli Indiani e dagli Egizi per migliorare i problemi della pelle, […]

Leggi tutto
le-regole-d-oro-per-il-benessere-del-microbiota-intestinale-edy-virgili

“LE REGOLE D’ORO PER IL BENESSERE DEL MICROBIOTA INTESTINALE”

1. Bere molta acqua (circa 30 ml per chilo di peso corporeo), possibilmente imbottigliata alla sorgente e non contenente DBP (Disinfection By-Products), composti organici ed inorganici derivanti dalla reazione dei comuni sistemi di disinfezione (ozonizzazione, ipoclorito di sodio, biossido di cloro, clorammine) con la materia organica presente nell’acqua. L’acqua deve […]

Leggi tutto

ASSOCIATA

AIMESSSNVARTIBBFNSIO
error: Il contenuto è protetto.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file chiamati (cookie) sul tuo dispositivo.
I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione.
Abilitando i cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy.