VERDURE FRESCHE O CONGELATE

verdure-fresche-o-congelate

Cosa preferire?

Verdure fresche o congelate?

I nuovi stili di vita non sempre permettono il consumo di verdure fresche, soprattutto per motivi di tempo per cui i surgelati sono sicuramente un’ottima alternativa.
Inoltre non tutti le verdure sono sempre disponibili durante l’anno.

Ovviamente il valore nutrizionale ed i benefici tra vegetali freschi e surgelati non sono gli stessi!

Generalmente non vengono utilizzate sostanze chimiche prima del surgelamento delle verdure, che invece spesso vengono sottoposte al trattamento di “blanching” (scottatura), che causa mediamente la perdita di circa il 50% delle sostanze nutritive idrosolubili antiossidanti (minerali e vitamine del gruppo B e C).

Il “blanching” consiste nell’immergere per qualche secondo la verdura in acqua bollente allo scopo di eliminare eventuali batteri patogeni e bloccare l’attività degli enzimi contenuti che a temperatura ambiente decompongono l’alimento.

Le restanti proprietà nutrizionali dei vegetali (fibra, ferro, calcio, fosforo e vitamine liposolubili) si mantengono per circa 1 anno dal surgelamento dopo di che iniziano i processi di alterazione.

Se il processo di surgelamento viene fatto correttamente le verdure vengono portate molto velocemente a -18°:

questo permette all’acqua contenuta al loro interno di formare cristalli di ghiaccio molto piccoli e ben distribuiti causando minimi danni alle cellule e mantenendo una buona tessitura e una qualità adeguata, molto simile al prodotto fresco.

Non tutti i vegetali però riescono a mantenere queste caratteristiche e sarebbe meglio consumarli esclusivamente freschi perché surgelandoli perdono la consistenza e cambiano il sapore (ad es. cipolle, peperoni, pomodori, lattuga, insalata, sedano, cetrioli, ecc…).

Per utilizzare nel miglior modo possibile i benefici dei vegetali, la cosa migliore è sempre quella di consumare prodotti freschi, appena raccolti e nel momento della piena maturazione.

Dott.ssa Edy Virgili

Print Friendly, PDF & Email

Articoli Correlati

ipertensione-arteriosa-e-alimentazione-dott-ssa-edy-virgili

IPERTENSIONE ARTERIOSA E ALIMENTAZIONE

Generalmente l’ipertensione arteriosa è una patologia multifattoriale e viene definita “primaria” quando non è possibile individuare una causa ben precisa. Solo una piccola percentuale (circa il 5 %), che viene definita “secondaria”, invece dipende da malattie ereditarie e non, che possono interessare il cuore, i vasi, i reni, i surreni, […]

Print Friendly, PDF & Email
Leggi tutto
invogliare-bambini-mangiare-verdure

COME INVOGLIARE I BAMBINI A MANGIARE VERDURE

Frequentemente ci troviamo difronte a bambini che non consumano verdure, spesso senza sapere che sapore abbiano. Le motivazioni che stanno alla base di questo macroscopico fenomeno sono innumerevoli: possiamo parlare dal gusto (assolutamente soggettivo) del bambino, di istinto naturale, di abitudini familiari e via dicendo fino ad arrivare all’epigenetica. Sta […]

Print Friendly, PDF & Email
Leggi tutto
tutti-a-dieta

E ADESSO… TUTTI A DIETA!

Parola d’ordine: disintossicazione! Dopo le festività tutti a dieta! Generalmente dopo le festività Natalizie si tende ad aumentare di 3-4 chili, ma anche nel migliore dei casi, dove non si verifica l’eccesso ponderale, comunque ci si appesantisce, non ci si sente in forma. Purtroppo il protrarsi di pranzi e cene, […]

Print Friendly, PDF & Email
Leggi tutto

ASSOCIATA

ARTOISSNVFI.MAR.ABNISINSEB
error: Il contenuto è protetto.