Curiosità

edy-virgili-infusi-decotti-tisane

Infusi, decotti e tisane

Spesso si parla di infuso, decotto o tisana… ma sapete quali sono le differenze tra queste bevande?

Intanto va precisato che sia infusi che decotti sono tisane, ovvero preparati che abbiano come solvente l’acqua.

I decotti vengono preparati con radici, cortecce, semi e altre parti coriacee delle piante officinali.
Questi ingredienti vanno sminuzzati in una pentola di acqua fredda, che andrà portata ad ebollizione e lasciata sobbollire da 10 a 30 minuti a seconda delle piante scelte.
Dopo aver fatto intiepidire il decotto, deve essere filtrato con un colino o un telo pulito.
Generalmente è bene consumarlo entro 24 ore dalla preparazione.

Negli infusi, invece, si utilizzano foglie, fiori e gambi di piante officinali contenti principi attivi, anche medicamentosi, che vengono rilasciati attraverso l’azione sinergica di acqua e calore. Gli infusi si preparano versando acqua bollente sulle piante officinali, che vanno lasciate in infusione da 10 a 20 minuti.
Anche in questo caso la bevanda va filtrata con un colino o un telo pulito e consumata, possibilmente tiepida, entro le 24 ore dalla preparazione.

A seconda del tempo di infusione si potrebbe ottenere una tisana aromatica oppure terapeutica:
nel primo caso sono sufficienti 5 minuti, mentre nel secondo possiamo arrivare fino 20 minuti.
Generalmente vengono utilizzati quantitativi di circa 15 grammi per gli ingredienti secchi, mentre per gli ingredienti freschi si arriva ai 35 grammi per circa 200-250 ml di acqua.
Sarebbe opportuno non miscelare troppe piante insieme, in quanto potrebbero essere interferenze tra i vari principi attivi contenuti.

Qualora, anziché l’acqua, venissero utilizzati altri solventi, si otterrebbero dei macerati.

I solventi utilizzati generalmente per i macerati sono il vino, l’acol, l’aceto e l’olio.

Dalle Curiosità

error: Content is protected !!